Home > Come faccio un casino

Come faccio un casino

Come faccio un casino

E quando qualcosa non va per il verso giusto io mi incazzo come una bestia, divento proprio brutto da vedere. Per quelli che lavorano con me è un po' greve ride. Carosello è un posto in cui sin da subito ho avuto voce in capitolo sulle mie cose. Ad esempio nel disco precedente ci sono state delle incomprensioni riguardo il modo in cui fare i video. Sono veramente contento di come sono riuscito a lavorare a questo nuovo album, anche perché il team di persone che mi ha aiutato quando ero in Carosello me lo sono portato dietro. Di base è gente che si è legata a me, che ci crede a spada tratta, che pensa che quello che facciamo è tra le cose più fighe che ci sono in Italia.

Loro sono un nucleo fondamentale per me. Sono stato attento a tutti gli aspetti tecnici, a come fare delle metriche più complesse, meno ABAB, a fare una cosa che si avvicinasse più alla forma canzone e che si staccasse dal rap. Non ho sbagliato, anche in quel caso ho dato il massimo. Perché se fai un disco bellissimo e la gente impazzisce, noi puoi dire di averlo fatto apposta. Recentemente ho visto un documentario su Nas: Guardandolo pensavo che no, non è possibile, quella roba ti esce e basta. Perché se tu hai il potere di fare qualcosa di leggendario a comando, allora lo faresti sempre.

Ci ho scritto molti pezzi sulla roba dei Ratatat ride. Alla fine, ho smesso di fare rap proprio perché non mi sentivo più rap. Mi aveva stancato. Qualcosa di ibrido mi piaceva ancora, come ad esempio Kid Cudi. Avevo intorno Sine e Stabber che mi facevano sentire cose nuove. Quindi io mi sono inventato la trap praticamente! No, diciamo che stavo nel passo prima della trap, prima che tutti si mettessero a farla.

Suonavano elettronica ma era tutta gente che veniva anche dal rap, e io mi ci sono trovato da paura. Purtroppo in Italia la gente non sa da dove viene un certo suono, non riesce a capire i riferimenti, non sa da cosa stai pescando. Secondo me è anche perché chi ascolta rap in Italia è era? Hai visto cosa gli ho risposto? È veramente la tua casa? Tutto è low-budget. Stavo là, sentivo due o tre note e cominciavo a scrivere testi. Se hai pezzi lenti che sono comunque una bomba, non ha senso autocensurarsi.

E per questo quelle canzoni hanno visto la luce solo ora. Poi resta il fatto che ai concerti i lenti sono quelli che il pubblico canta più di tutti gli altri. Parlando di cose da capire, errori, sbagli… raccontami una cosa che se non avessi fatto il musicista non avresti fatto Non lo posso dire perché quando fai il musicista dopo dieci anni sei un musicista.

Non lo puoi sapere Magari, avendo 33 anni, mi sarebbe piaciuto avere una brava ragazza, un figlio, un bel lavoro. In effetti arrivati ai 30 si inizia a fare sul serio. Cominci a farti due conti, cosa vuoi fare, chi vuoi vicino, se vuoi una famiglia, cosa hai imparato e cosa no, a quali tuoi difetti ti sei affezionato Ma le persone che fanno il mio lavoro spesso sono un po' squilibrate. Nel senso che non hanno equilibrio. Penso di rientrare un minimo in questa categoria. Uno che fa il lavoro mio i conti con sé stesso non riesce nemmeno a farli.

Come se nel lavoro, nella musica, vivesse una specie di vita parallela. Per questo forse tante persone che scrivono dischi sono un po' squilibrate: Quello che vivi nel contesto artistico non è poi troppo reale: Poi devo dire che ormai la so gestire, anche perché è tanto che ci sto dentro. Non immagino cosa possa passare per la testa di un Calcutta adesso Io invece non ho visto la mia pagina esplodere dall'oggi al domani, sono dieci anni che scrivo canzoni, ho coltivato e lavorato molto per portare la gente ai miei live, ho faticato tanto e ho visto tutto crescere mattone dopo mattone in maniera organica, lentamente.

Dove speri di arrivare? Almeno l'Olimpico ride. Poi, a parte gli scherzi, non è solo importante il dove per me, ma soprattutto il come. È la cosa che conta di più. Non ci voglio arrivare andando in televisione o facendo una cosa che non è la mia, in un contesto che non è il mio. Il fatto che oggi io stia senza etichetta, il fatto che mi fidi dei tre stronzi che si metterebbero tra me e un proiettile… ha una sua importanza. Il difficile verrà adesso perché dovrà rispondere a proposte economicamente molto allettanti. Io in qualche modo sto facendo il percorso inverso. Sono io che mi faccio il disco da solo con il mio team, con tutti i soldi che ho messo di tasca mia.

In ogni caso mi sento molto meno solo ora. Sembri uno che ha passato molte fasi… Secondo me cercare stabilità in un artista è la cosa più sbagliata da fare. Poi è vero che nel rap ci sono dei personaggi che sono a cavallo tra un discografico e un artista, hanno una mentalità business, e devono sapersi reinventare. Ce ne sono un bel po'. Salmo ad esempio è molto imprenditore, ed è stato uno dei primi a farlo bene, cosa che in America esiste da tempo.

Vuol dire comunque che sei sveglio! Non sarei potuto rimanere ancora in una grande etichetta come Carosello e non per colpa loro, è proprio perché io in questo momento non sono adatto a starci dentro. Cambiando argomento: Classifiche di fine anno [ modifica modifica wikitesto ] Classifica Posizione Italia [9] URL consultato il 29 gennaio URL consultato il 2 aprile URL consultato il 12 maggio URL consultato l'8 gennaio Altri progetti Wikiquote. Portale Hip hop. Portale Musica. Estratto da " https: Categorie nascoste: Menu di navigazione Strumenti personali Accesso non effettuato discussioni contributi registrati entra.

Namespace Voce Discussione. Visite Leggi Modifica Modifica wikitesto Cronologia. In altre lingue Aggiungi collegamenti.

Faccio un casino (Testo) - Coez - MTV Testi e canzoni

Testo di Faccio un casino - Coez. Ho scritto ti amo sulla sabbia, no Posso fare di meglio Strappo lo scalpo di quest'alba E. Faccio un casino è il quarto album in studio del cantante italiano Coez, pubblicato il 5 maggio mamma, uscito dieci giorni più tardi. Come quinto singolo è stato estratto La musica non c'è, la cui melodia è stata scritta da Niccolò Contessa. Leggi il testo completo Faccio un casino di Coez tratto dall'album Faccio un casino. Cosa aspetti? Entra e non perderti neanche una parola!. “Faccio Un Casino” è la terza traccia dell'omonimo album di Coez, pubblicato nel La canzone è stata pubblicata il 27 marzo , come. “Amami o faccio un casino” è una frase che mi racchiude tanto come persona. Sono un passionale e sono anche uno che in varie fasi della vita. Riceverai un'email contenete informazioni su come iscriverti ad Amazon Music Unlimited. Questo articolo:Faccio Un Casino da Coez Audio CD EUR 11, Leggi il testo completo di Faccio un casino di Coez su Rockol.

Toplists